Please assign a menu to the primary menu location under menu

Eventi

Il segno Neoborbonico nella cucina dell’Archivio Storico

archivio storico

Un percorso che ha avuto inizio nel 2013 in costante evoluzione quello dell’Archivio Storico, premium bar sito nella parte alta del Vomero.

Un grande progetto quello di Luca Iannuzzi, ovvero la capacità di lasciare un’impronta borbonica nel modo di cucinare.

Oltre a servire ottimi vini e cocktail di un certo spessore si è dato il via a piatti raffinati rievocando l’epoca borbonica con la reinterpretazione dallo chef Roberto Lepre e la sua brigata.

Un luogo in cui si sperimenta sulla gastronomia napoletana prendendo come punto di riferimento Il cuoco galante, scritto nel 1793 da Vincenzo Corrado, grande chef, ma che nell’Archivio Storico si sviluppano idee che diventano veri e propri piatti ricercati come le Melanzane alla parmigiana in vasocottura.

Ancora il Gattò, sformato di patate che fu introdotto nel Regno delle Due Sicilie diventa Aria di patata al pepe sichuan, fonduta di Provolone del Monaco, croccante di salame e briciole di pane raffermo.

Non potevano mancare il piatto più antico i Polipetti alla Luciana, chiamato così perché i pescatori pescavano i polpi direttamente dal Borgo Marinari di Santa Lucia e nel menù dell’Archivio si trasformano in Moscardini alla Luciana, cracker croccante del suo nero su spuma di ceci di Cicerale.

Ma una cosa è certa per dare vita ai piatti succitati c’è sempre il binomio inscindibile cultura e storia rivisti in chiave della creatività.

Di certo non potevano mancare piatti della tradizione come le candele di grano duro alla genovese e l’immancabile sartù che non ha bisogno di essere descritto sono le foto che parlano.

Il nostro viaggio culinario è stato accompagnato da vini di un certo livello come il Calù- Sclavia Pallagrello bianco 2016, Casasetaro Lacryma Christi 2016, Masseria Felicia Falerno del Massico 2012, Cantine del Mare Piedirosso dei Campi Flegrei 2015.

Ma passiamo ai dolci e qui troviamo il protagonista della pasticceria napoletana: il babà.

Lo Chef Lepre lo presenta in una nuova versione ovvero arricchito con crema alla vaniglia bourbon e amarena e un’altra grande scoperta è stata la mela annurca cotta al passito, crumble di cannella e pepe verde.

Il nostro augurio è quello che la cucina borbonica dell’Archivio sia piano piano degna di nota nella ristorazione italiana.

Archivio Storico
via Alessandro Scarlatti, 30 – Napoli

www.archiviostorico.com
FB: @archiviostoriconapoli
IG: Archivio Storico Napoli

 

Tags : cucina borbonicagastronomia napoletana

Gallery: Il segno Neoborbonico nella cucina dell’Archivio Storico

Loading Facebook Comments ...

Leave a Response