fbpx

Please assign a menu to the primary menu location under menu

Eventi

Festa della Donna tra fantasia food e sperimentazione

festa-della-donna-food

Alla festa della donna generalmente le amiche escono da sole senza la presenza degli uomini. Quando questo accade le donne sprigionano fantasia e sperimentazione. Secondo un sondaggio del 2016 promosso da Polli Cooking Lab effettuato su un campione di 1200 donne italiane e  80 esperti di cucina, questa sera, per festeggiare l’8 marzo, il 70% delle donne vorrà provare gusti e sapori nuovi e inconsueti: tofu, poké sushi, seitan, soia e pesto vengano, tutto rigorosamente bio.

I piatti salutari, bio e naturali saranno quelli prediletti e i principi della dieta mediterranea avrà la parte del leone. Lo studio dice che: il 72% delle intervistate mangerà pesce, il 67% zucchine e il 65% melanzane. Percentuali completamente diverse riguardano invece i piatti a base di carne di manzo e di maiale, dove ci si limita al 24% del campione. Stessa sorte tocca anche alla frittura che comprende anche pesce impanato, verdure pastellate e olive all’ascolana che in questa giornata di festa non riscuoteranno molto successo. Altro cibo che viene snobbato dalle signore è la selvaggina (18%) che viene ritenuto un tipo di carne dal gusto troppo deciso, così come la beccaccia, il cinghiale e il capriolo che vanno per la maggiore, invece, nelle cene tra uomini.

Le donne prediligono cibi dal sapore leggero e alimenti legati alla dieta mediterranea, patrimonio unesco. A fare affari, come non mai, questa sera saranno i locali con passati di verdure o di legumi, pesce e verdure alla griglia o bollite nel loro menù. Ingredienti come l’olio extravergine, le verdure, i legumi, i cereali, il pesce, la frutta, hanno creato con il tempo uno stile di vita molto salutare che la maggioranza delle donne sposano appieno ed amano ritrovare nella vita di tutti i giorni.

Loading Facebook Comments ...

Leave a Response