Ristoranti

Un ristorante gourmet dal cuore sensibile: Mangiafoglia!

mangiafoglia-napoli

Mangiafoglia, un locale nel cuore della Napoli bene nasce con l’idea di proporre pietanze delicate ma al contempo fantasiose, trovando un giusto equilibrio tra tradizione ed innovazione.
Piatti ricercati e dotati di grande inventiva, personale attento e premuroso pronto ad illustrati le pietanze del menu e dei fuori menu…perchè qui l’idea è di servire al cliente solo prodotti genuini e freschi ma sempre e solo di qualità.

La sensazione che avrete assaggiando i piatti serviti sono di un’ esplosione di sapori. Terry e il suo staff in qualunque loro gesto, nei loro piatti, vi trasmetteranno un’unica cosa: amore e passione per la ristorazione. Il motto di Mangiafoglia: Far sentire a proprio agio i clienti, proprio come a casa propria.

Ma passiamo all’atmosfera che si respira nel locale: innanzitutto essendo sulla strada di via carducci non si ha la percezione di come il locale si svilupperà. Appena entrati c’è una scala che vi porterà dritti alla sala superiore molto grande ed accogliente dall’arredamento moderno. Subito noterete la cucina a vista e poi una mise en place dei tavoli davvero superlativa.
Il ristorante propone pietanze con verdure e ortaggi di stagione, piatti di mare con il pescato del giorno e poi prodotti d’eccellenza.
Il menù a pranzo propone una portata più acqua più caffè a nove euro mentre a cena apre la scena ad antipasti, primi, secondi e dolci partenopei.

Vi colpirà particolarmente la tavolozza scomposta, ossia uno sformatino di friarielli e provolone del monaco, gateaux di patate con verdurine, pacchero fritto ripieno di ricotta e provola, una creme brulee di zucca e porcini dal sapore forte e deciso, tutto fresco e ben presentato.
Una giusta combinazione di sapori sono i ravioli ricotta e tartufo con crema di scampi bisque e gamberi ma anche la cialda di parmigiano con gnocchi verdi lupini, fiori di zucca e pomodori secchi hanno un sapore deciso. Piatti elegantemente impiattati e nel momento in cui vengono serviti Dario e Luca descrivono il piatto servito.
Per concludere la cena non resta che assaggiare i dolci fatti solo home made: un babà, tipico dolce napoletano e il tortino con il mousse alla gianduia.

Inoltre il Mangiafoglia, grazie all’intraprendenza di Terry, organizza eventi di volta in volta propinando ai clienti menu ad hoc. Partecipare ad iniziative come quello appena passato del 2 marzo, con la bottega dei semplici pensieri, volto a sensibilizzare l’inserimento nel mondo della cucina dei ragazzi con la sindrome di Down che hanno conseguito una formazione di addetti alla cucina.

Quattro chiacchiere con lo chef: Francesco Piscopo e il suo braccio destro Francesco D’Agostino.

– Chef si Nasce o si diventa?
Si diventa chef solo con esperienza ma soprattutto con rimproveri perchè solo così si può crescere ed imparare.
– Quando fai un menù a cosa pensi?
Mi ispira la musica di Eros Ramazzotti e la cosa più bella che ho: mia figlia!
Nei tuoi piatti cosa metti?
Fantasia amore e passione. Senza amore e passione questo lavoro non si può fare!
Qual è il segreto del successo di Mangiafoglia?
La collaborazione e lo spirito di squadra. Io Francesco e Dario e Luca, che sono in sala andiamo daccordissimo.
Quando hai iniziato a cucinare?
Ho iniziato per gioco. Facevo il fabbro ed un giorno per caso mio fratello mi chiese di aiutarlo due giorni come chef. Da allora non ho mai più smesso!

Mangiafoglia Napoli: Via Carducci, 32 – Napoli
Telefono 081. 414631
Orari di apertura Pranzo e cena
Giorno di chiusura domenica

Loading Facebook Comments ...

Leave a Response