Ristoranti

Acquerello: Il primo nuovo ristorante gourmet “Covid free” ad Ercolano

Acquerello: Il primo nuovo ristorante gourmet "Covid free" ad Ercolano

La famiglia Irollo ha iniziato a pensare su come valorizzare le eccellenze artigiane campane ed italiane e da qui hanno dato vita ad “Acquerello“.
“Acquerello”, il primo esempio di ristorante anti – Covid in Italia, ha aperto i battenti all’ultimo piano della galleria “Le Pendici” ubicata ad Ercolano, in provincia di Napoli.

Una location con vista sulla skyline vesuviana ed un menù consultabile online tramite scansione di un QR-Code sul proprio cellulare oppure attraverso tablet che vengono igienizzati dopo ogni utilizzo. Stefano, Luigi e il loro papà, soci nell’impresa, hanno un’unica mission: concedere ai loro clienti una fuga culinaria in città garantendo un’ottima cucina rivisitata e rispettosa del territorio.

Interprete indiscusso e portabandiera di una realtà come questa è lo chef Antonio Borrelli, che rende omaggio agli ingredienti italiani, soprattutto campani, declinandoli in decine di modi diversi e creando piatti stagionali che sorprendono per la particolarità dell’estetica e del gusto. L’obiettivo è quello di utilizzare i prodotti locali disponibili, collaborando con i produttori della zona per dare il massimo sostegno alla filiera.

Le portate sono accompagnate non solo da vini ma anche da soft e long drink prodotti con materie prime locali creati dal bar manager Elpidio Dell’Aversano.
Lo stile del locale è contemporaneo, reso unico da elementi d’impatto, come legni, cristalli, tessuti, quadri provenienti da tutta Italia.

L’organizzazione del personale e degli ambienti è interamente pensata nel rispetto delle regole dei protocolli anti-Covid nazionali e regionali, con un’adeguata distanza tra i tavoli e tra le sedute.
Insomma con tutte le misure adottate, Acquerello fa da testimone come primo esempio di ristorante di alta cucina italiano ideato per essere “Covid free“.

Venerdì 12 giugno è stato dato il via alla degustazione dei piatti alla stampa.
Entre di benevenuto con cubo di tonno rosso glassato all’amarena su cialda soffiata al nero di seppia, dalla proporzione di poco più di un boccone.
Sashimi di spigola, concassè di pomodoro ramato, maionese all’aglio, gel di pomodoro, consommè di acqua pazza e fresella sbriciolata.
Nei calici? Un Fiano doc dell’azienda agricola – La Matta.
Tataki di tonno rosso affumicato, maionese al lime, cipolla di tropea fermentata, fagiolini croccanti, polvere di origano e chips di wasabi, rendendo il gusto unico con la croccantezza e l’affumicatura.
Linguine alla scapese, menta glaciale, fiore cristallizzato e crudo di scampo in abbinamento Verdicchio Classico superiore dei Castelli di Jesi. Lo chef con questo piatto si diverte a giocare con il fiore cristallizzato portando l’attenzione la dolcezza alle papille e l’esaltazione della freschezza del crudo di scampo.
Filetto di pesce azzurro, salsa tiepida allo zafferano, sfoglia di cipollotti dell’agro- nocerino e insalatina di ceci abbinato ad un drink rinfrescante e dal gusto unico: Golden Sea.

E per finire la degustazione della piccola pasticceria accompagnato da Pedro Xhimenez Fernando De Castilla.

 

Indirizzo: Via Sacerdote Cozzolino Benedetto, 86, 80056 Ercolano NA

Tags : covid freeercolano

Gallery: Acquerello: Il primo nuovo ristorante gourmet “Covid free” ad Ercolano

Loading Facebook Comments ...

Leave a Response