Ristoranti

Tenute del gheppio: l’agriturismo che non ti aspetti nel cuore di Dugenta

Tartufo Tenuta del Gheppio

Dopo aver visitato le Tenute del Gheppio posso dire con certezza che dovrebbe essere censita in una categoria diversa da quella di agriturismo, in una categoria che si spinge ben oltre all’agriturismo in sè. Tenute del Gheppio non è solo una cantina che vive di ricordi dell’ottocento ma anche piatti di grande qualità con tutti prodotti a km0. Senza parlare della possibilità di pernottare in una delle 17 stanze per godersi al meglio il contatto esclusivo con la natura.

Tenute del Gheppio è una masseria ottocentesca restaurata, nel 2007, dalla famiglia Gigliotti con l’obiettivo di mantenere una gran parte della struttura creando una perfetta sintonia con l’ambiente rurale.
Si suddivide in taberna del pozzo, intima ideale per un evento; in Sala Hostaria, con un gran camino e cucina a vista ed infine Nova Sala, immersa nel verde con una vista sulla piscina.
Le cantine, scavate nel tufo, conservano vini ed oli, conservando gusti incontaminati.

Da annoverare c’è un Sannio rosso del 2019, dove metà è Merlot e l’altra metà San giovese, una falanghina dal colore giallo dorato perfetta per piatti di terra, un Fiano, un Sannio bianco ed infine l’Aglianico dal colore rosso rubino si abbina a piatti strutturati di carni rosse. Suggestiva la visita in cantina dove i vini sono presenti in barrique e rovere. Perfetto per una degustazione multisensoriale.

E non è finita qui! Distese di verde, parco giochi per i bambini e tanti piccoli animali.

Tenute del Gheppio propone piatti con prodotti a km 0 con un’atmosfera e servizio impeccabile. La maestria del servizio ed i consigli di Valerio in sala sono sempre centrati.
Iniziamo con un antipastino della casa: frittatina, tarallo e grissimi e pane homemade.
Ho poi proseguito, peccando con un Carpaccio di manzo equilibrato dall’acidità del gel di limone e la dolcezza della barbabietola. Un sapore intenso e di grande equilibrio. Grande piatto da doppio wow.

A seguire capocollo di loro produzione, prosciutto di montagna e salame di cinghiale e il poker di pecorino accompagnato da Pinot nero DOC 2010 Friuli Isonzo Casa cormons. Corposo, morbido e ben strutturato…un abbinamento strepitoso!
Tagliolino di pasta all’uovo e tartufo, un tripudio di sapori e sfoglia di pasta con ragù di cinghialotto irish Moss.
Filetto di manzo cotto alla perfezione accompagnato da porcini che sono la fine del mondo e Pancia di maiale con chutney di mela annurca, insalatina di cetrioli e mango. Ottimo l’equilibrio dell’insalata di cetrioli e mango che dona freschezza al palato. Non solo buonissimo ma anche molto bello da vedere.

Millefoglie con crema pasticciera e amarene di Fabbri e tortino di mela annurca con aggiinta di zuppa inglese. Entrambi i dolci ben presentati e soprattutto ben studiati e mai banali.
Un dolce finale di un percorso che ha regalato molte emozioni.

Un’esperienza che mi ha dapprima affascinata, poi conquistata, e infine convinta!
E ora tocca a voi provare Tenute del Gheppio e dirmi se si tratta di un semplice agriturismo o di qualcosa in più.

Tenute del Gheppio
Via Santa Maria Impesole, 5
82030 Dugenta (BN)
Tel. 0824 90 60 57
Fax 0824 97 83 99
booking@tdggroup.it

Tags : agriturismolocale per famiglie

Gallery: Tenute del gheppio: l’agriturismo che non ti aspetti nel cuore di Dugenta

Leave a Response